Medico Dietologo

Michele Pizzinini

Specialista in Scienza dell’alimentazione
Specialista in Diabetologia e malattie del ricambio
 “Se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio, né in difetto né in eccesso, avremmo trovato la strada per la salute.”

Ippocrate (460-377 a.c.)

Di cosa mi occupo

Obesità e sovrappeso

Quasi la metà della popolazione italiana è in sovrappeso e di questi, quasi 6 milioni di italiani sono “ammalati” di obesità. Tutte le popolazioni nel mondo stanno ingrassando sempre di più, e l’obesità è oggi considerata la malattia più difficile da curare.

Diabete

Il numero dei diabetici nel mondo in 30 anni si è quadruplicato. Secondo i dati pubblicati nel 2017 dalla World Diabetes Federation nel mondo ci sono 425 milioni le persone che vivono con il diabete e quasi altrettanti non sanno di averlo. Anche l’Italia non è sfuggita a questa pandemia e il numero dei diabetici in 30 anni è più che raddoppiato. Cardini della terapia del diabete sono la dieta, l’attività fisica e solo quando queste non sono sufficienti si interviene con i farmaci.

Dislipidemie

Il colesterolo, che è alla base dell’aterosclerosi, è tanto importante che l’organismo ne produce il 90 % del fabbisogno giornaliero a partire da ciò che mangiamo. I trigliceridi li produce il fegato quando mangiamo troppo e male. È intuitivo che se vogliamo ridurre la produzione di queste due molecole dobbiamo intervenire sul nostro comportamento alimentare.

Sindrome metabolica

Sindrome vuol dire insieme di sintomi e l’associazione di: aumento della circonferenza in vita per l’eccessiva presenza di grasso addominale, ipertensione, trigliceridi alti, colesterolo Hdl basso e lieve aumento della glicemia caratterizzano la sindrome metabolica. Spesso questa sindrome si associa a steatosi (fegato grasso), apnee notturne e aumento dell’acido urico nel sangue. Talvolta per curare tale sindrome si deve ricorrere all’uso di più farmaci, ma alimentazione corretta e vita attiva sono gli elementi fondamentali della terapia.

Allergie e intolleranze alimentari

Oggi circa il 25 % della popolazione dichiara di soffrire di allergie e intolleranze alimentari. Spesso le allergie alimentari partono nel primo anno di vita con una dermatite atopica, a 2-3 anni i bambini hanno problemi di catarro, otiti, bronchiti, raffreddori - e per curare queste condizioni si fa largo uso di antibiotici, e a 12-15 anni ci troviamo ragazzi con problemi di asma. Sempre più oggi si parla di una “marcia allergica” che unisce questo percorso dai primi giorni di vita fino alla pubertà. Per arrestare questa marcia, intervenire correggendo le abitudini alimentari è indispensabile. Prima si incomincia e tanto meglio è.

Problemi gastrointestinali

Reflusso gastroesofageo, gastrite, sindrome del colon irritabile, stipsi, diarrea, dolori addominali, sono sintomi accusati da quasi il 50 % della popolazione, tanto che gastroprotettori, lassativi, integratori, probiotici, ecc. sono di uso quotidiano. Ma se non si interviene sul cibo che infiamma e che irrita l’apparato digerente, il problema si nasconde ma non si risolve. Una correzione delle abitudini alimentari è indispensabile per guarire definitivamente da queste condizioni.

Gravidanza e primi 1000 giorni di vita

Nella donna in gravidanza, prevenire un aumento di peso eccessivo, il diabete gestazionale e la gestosi sono tutte situazioni che richiedono una corretta alimentazione sia qualitativa che quantitativa. Ma la buona salute della donna, prima e durante la gravidanza è fondamentale per la salute del nascituro. Oggi sappiamo che i primi 1000 giorni di vita, a partire dal concepimento: 270 giorni di gestazione più i primi 2 anni di vita (270+365+365 giorni = 1000 giorni) sono fondamentali anche per il destino metabolico del nascituro.

Medicina di genere

Ovaio policistico, endometriosi, sterilità, ma anche acne, disturbi digestivi, osteoporosi, malattie autoimmuni, ecc. sono tutte condizioni che interessano maggiormente il sesso femminile. Un intervento alimentare corretto è spesso indispensabile per alleviarne sintomi e conseguenze.

Disturbi del comportamento alimentare

Più della metà degli italiani si è messo a dieta nel corso della sua vita. Ma da anni ormai sappiamo che i risultati a distanza di 3 anni sono che: l’80% ha recuperato i chili persi, il 15 % ha peggiorato il peso iniziale e purtroppo il 2-3 % è caduto in un disturbo del comportamento alimentare. La stragrande maggioranza dei casi di anoressia e bulimia sono una conseguenza di una forte restrizione calorica. Ed è dalla rieducazione del comportamento alimentare che è indispensabile ripartire per evitare che tali patologie si cronicizzino.

Alimentazione per lo sportivo

Mangiare per vincere. Sono soprattutto gli atleti che conoscono l’importanza di un’alimentazione corretta per una prestazione fisica di alto livello. Il carburante giusto, nelle giuste proporzioni, ma anche una giusta supplementazione di vitamine, sali minerali e di altri integratori per una carburazione del motore ottimale di una macchina che deve essere anche protetta, perché altrimenti lo sport, può anche logorare l’organismo.

Cosa dicono di me

Maecenas ullam, Mollis suscipit sem adipisicing eros dictums

Client
"Arcu iste nihil dolorum, cupidatat asperiores quisque magnis laborum arftge ad voluptate,Fusce habitant aspernatur excepteur ut esse hello pellentesque auctortor, etiam tempus voluptatibus."
Philip Watson
Player
"Quaerat mus ut? Magni suscipit eaque impedit nemo? Ullamcorper autemris quaerat habita , facere dignissim irure netus, dolores!"
Client
Emma Roberts
Traker
Impedit sollicitudin praesent cum eligendi justo aperiam eget tellus mconsectetuer, porro nostrud ad taciti nesciunt omnis cubili
Client
Olivia Spencer
Coach

I miei libri

Ultimi articoli dal blog

Senza categoria

Cosa bere durante uno sforzo fisico

C’è un aneddoto in medicina dello sport che dice che si sono visti vincere atleti feriti, affamati, infortunati ma non si è mai visto vincere un atleta disidratato. Uno sforzo fisico d’estate,

Leggi »
olive oil, olives, food
Senza categoria

Olio di oliva un super alimento

La palma d’oro di miglior nutraceutico si possa attribuire all’olio extravergine di oliva, senza alcun rischio di smentita. Se la dieta mediterranea è ritenuta dalla comunità scientifica internazionale la dieta più salutare,

Leggi »

Dicono di me

    5 star review  E' un medico competente. Comprende perfettamente cosa passa nella testa di un obeso.Spiega in maniera razionale e comprensibile il funzionamento del corpo del perchè si ingrassa e perchè si dimagrisce. Soprattutto tratta l'obesità come una malattia cercando di prescrivere diete che non dipendano soltanto dalla motivazione, ma da abitudini alimentari durature senza rinunciare alla soddisfazione di mangiare.

    thumb Fabio Galatà
    6/09/2021

    5 star review  È sicuramente uno dei migliori Medici Dietologi Clinici d'Italia. (e io me ne intendo ☺️!).

    thumb Antonio Pratesi
    7/07/2019

Citato in

Torna su